Visualizzazione:

Ciao!
Escludendo Roma, qual è la città in cui ti piacerebbe vivere e perché?
Anzi, dimmene una italiana ed una estera! smilie

Purtroppo non conosco abbastanza bene altri luoghi all'infuori dell'ambiente in cui vivo (e anche la mia città natale/di residenza mi è perlopiù ignota) da poter rispondere alla domanda, ma posso ipotizzare che mi piacerebbe vivere in un posto tranquillo e pulito.

Inviata il 13/5/2009 alle 23:42 da silvy87  Replica  Commenti

Ti consideri curioso?  smilie
Ci sono dei "settori" che stimolano particolarmente la tua sete di sapere o sei interessato a tutto?

Premettendo che cerco di interessarmi al maggior numero di cose possibili ed è difficile trovare qualcosa che non mi interessi minimamente, almeno a livello superficiale (ora come ora mi vengono in mente solo cose relative al settore dell'apparenza quali moda e cosmesi)... penso che l'etimologia e lo studio del lessico siano le materie che con maggior facilità catturino la mia attenzione.

Inviata il 18/1/2009 alle 17:21 da silvy87  Replica  Commenti

Fai amicizia facilmente?
Ti leghi in fretta alle persone o hai bisogno di tempo per prendere confidenza? smilie

Faccio amicizia molto facilmente, se una persona mi colpisce. Sono piuttosto drastico sotto questo punto di vista, se decido che una persona mi piace mi apro immediatamente con lei e la tratto "come se la conoscessi da sempre". È un mio difetto, tendo a vedere la gente non per quello che è ma per quello che potrebbe essere (in positivo). Quindi do subito il massimo della fiducia, sia perché mi viene spontaneo sia perché spero che questo ispiri gli altri e faccia capire le mie buone intenzioni. Inoltre mi affeziono molto rapidamente.

Inviata il 29/11/2008 alle 16:32 da silvy87  Replica  Commenti

smilie
Ti piace leggere?

È una domanda difficile, cercherò di dare una risposta semplice.
Sì.

Inviata il 10/11/2008 alle 12:49 da silvy87  Repliche(3)  Replica  Commenti

Ciao Daddo!
Qual è il tuo film preferito?
smilie

Se ne dovessi scegliere uno ed uno solo, direi Il seme della follia di John Carpenter (In the Mouth of Madness), del 1994/95. Non solo è l'unico horror che mi abbia davvero fatto paura, è anche e soprattutto un ottimo film sul potere della suggestione, sul rapporto fra immaginazione e realtà, e sul potere della prima di plasmare quest'ultima. Ma c'è più di un film che mi piace quasi quanto questo, ora non li sto ad elencare (per pigrizia, più che altro smilie).

Inviata il 6/11/2008 alle 20:28 da silvy87  Replica  Commenti

smilie Daddo!
Piacere!  smilie
Cosa fai nella vita? smilie

Me lo chiedo anch'io. Da un bel po' di tempo. E non sono ancora riuscito a trovare una risposta che mi soddisfi. Diciamo che cerco di non fare troppi danni.

Inviata il 27/10/2008 alle 22:36 da silvy87  Replica  Commenti

Ciao David,
come è nata la tua passione (se così vuoi definirla) per il settore informatico/hiteck?
Cosa pensi possa avvicinare oggi al mondo dell'informatica? Le stesse cose che hanno avvicinato noi?smilie

Quando avevo 3-4 anni mio padre mi mostrò un Commodore 64, che per me era una tastiera che si collegava al televisore e con un registratore, nelle cui cassette c'erano giochi anzi che canzoni. La cosa aveva del magico, dello stupefacente. Mi insegnò ad usarlo, e ci giocai fino a quando si ruppe un paio d'anni dopo
Il mio primo computer "vero" fu un Macintosh Performa LC 630 della Apple, comprato nel 1994 (e tutt'ora funzionante). Mio padre scelse di comprare un Macintosh perché gli avevano detto che c'erano meno videogiochi disponibili per quella piattaforma; questo non mi impedì di trovarne a bizzeffe e sprecarvi buona parte della mia infanzia. smilie
Adesso l'informatica è notevolmente più presente di quindici anni fa, immagino che l'esposizione sia praticamente obbligatoria, e che casi come il mio siano la norma piuttosto che un'eccezione…

Inviata il 27/10/2008 alle 22:39 da Max  Replica  Commenti